QNAP Systems, Inc. - Network Attached Storage (NAS)

Language

Support

Autorizzazioni cartella avanzate sul NAS QNAP

La funzione Autorizzazioni cartella avanzate è una funzione che il NAS QNAP fornisce per configurare il controllo dell’accesso degli utenti e dei gruppi di utenti alle cartelle ed alle cartelle secondarie. Le autorizzazioni delle cartelle si possono gestire usando Microsoft Windows oppure l'interfaccia di gestione su base web del NAS senza procedure complicate.

Le istruzioni mostrano come configurare le autorizzazioni cartella avanzate sul NAS QNAP. Notare che questa funzione si applica solo ai modelli di NAS QNAP che eseguono la versione firmware 3.4.0 o più recente.

 

Abilitare le autorizzazioni cartella avanzate

Per modificare le autorizzazioni della cartella sul NAS QNAP, andare a “Access Right Management” (Gestione diritti d’accesso) > “Share Folders” (Cartelle condivise) > “Share Folders” (Cartelle condivise) e fare clic sull’icona “Folder Permissions” (Autorizzazioni cartella).

L’interfaccia:

  1. Folder name (Nome cartella)
  2. Effective permissions (Autorizzazioni effettive)
  3. Guest access right setting (Impostazione accesso ospite)
  4. Add or remove users and their folder permissions (Aggiunge o rimuove utenti e le loro autorizzazioni cartella)

 

Per configurare le autorizzazioni cartella avanzate sul NAS, andare a “Access Right Management” (Gestione diritti d’accesso) > “Share Folders” (Cartelle condivise) > “Advanced Options” (Opzioni avanzate), abilitare “Enable Advanced Folders Permissions” (Abilita autorizzazioni cartella avanzate) e poi applicare.

 

La differenza principale prima e dopo avere abilitato le Autorizzazioni cartella avanzate è:

PRIMA di abilitare la funzione Autorizzazioni cartella avanzate, tutte le cartelle secondarie hanno le stesse autorizzazioni d’accesso della cartella padre.

DOPO avere abilitato la funzione Autorizzazioni cartella avanzate si possono configurare autorizzazioni diverse per ciascuna cartella secondaria.

Nota: Si possono configurare autorizzazioni a livello di file accedendo a Web File Manager (Gestione file web).

 

Configurazione delle Autorizzazioni cartella avanzate e Creazione delle cartelle private

L’esempio che segue mostra come creare cartelle private per utenti diversi dopo avere abilitato la funzione Autorizzazioni cartella avanzate.

  1. Andare a “Access Right Management” (Gestione diritti d‘accesso) > “Share Folders” (Cartelle condivise) e fare clic su “New Share Folder” (Nuova cartella condivisa).

  2. Inserire il nome della cartella, Personal in questo esempio, e specificare le impostazioni necessarie.

  3. Selezionare “Full access” (Accesso completo) per “everyone” e Deny Access (Nega accesso) all’ospite.

  4. Adesso si possono modificare le autorizzazioni della cartella “Personal”facendo clic sull’icona “Folder Permissions” (Autorizzazioni cartella).

  5. È mostrato il sommario delle autorizzazioni.

  6. Selezionare la cartella condivisa sulla sinistra.

  7. Trovare l’utente “everyone” nell’elenco.

  8. Assicurarsi che “everyone” abbia il diritto Read/Write (Lettura/Scrittura).

  9. Selezionare “Deny access” (Nega accesso) per Guest Access Right (Diritto d’accesso ospite).

  10. Selezionare “Only the owner can delete the contents” (Solo il proprietario può eliminare i contenuti) per impedire agli utenti che non sono il proprietario di eliminare le cartelle di “Personal”.

  11. Fare clic su “APPLY” (Applica).

Configurazione delle autorizzazioni delle cartelle secondarie

Dopo avere applicato le impostazioni delle autorizzazioni su “Personal”, si possono creare cartelle secondarie private per utenti diversi. Per farlo, attenersi alle istruzioni che seguono:

  1. Accedere alla cartella “Personal” con un account valido che abbia accesso completo (e.g. admin) e creare le cartelle secondarie “Tony”, “Steve” ed “Andy”.

  2. Andare all’interfaccia delle autorizzazioni cartella di “Personal”. Selezionare la cartella secondaria alla quale si vogliono assegnare le autorizzazioni (e.g. “Tony”).

  3. Selezionare “administrators” e “everyone” dall’elenco delle autorizzazioni e fare clic su “Remove” (Rimuovi).

  4. Fare clic su “Add” (Aggiungi) ed assegnare il diritto Read/Write (Lettura/Scrittura) all’utente “Tony”.

  5. Adesso solo l’amministratore e Tony hanno accesso completo alla cartella secondaria “Tony”.

  6. Fare clic su “APPLY” (Applica) per salvare le impostazioni.

  7. Ripetere le istruzioni di cui sopra per impostare le autorizzazioni alle cartelle secondarie “Andy” e “Steve”. Notare che solo “admin” può eliminare le cartelle Andy, Steve e Tony perché l’opzione “Only the owner can delete the contents” (Solo il proprietario può eliminare i contenuti) è abilitata.

  8. Le impostazioni delle autorizzazioni possono essere verificate accedendo alla cartella da Windows usando un account utente diverso. Se Tony cerca di accedere alla cartella “Steve”, l’accesso sarà negato.

Gli utenti possono cerare le loro cartelle e modificare le autorizzazioni su Windows

Dopo avere configurato le autorizzazioni cartella avanzate, gli utenti possono creare le loro cartelle secondarie e modificare le autorizzazioni su Windows.

  1. Accedere alla cartella condivisa “Personal” da Windows come utente “Tony”. Usando Esplora risorse, creare la cartella “Tony2”.

  2. Fare clic col tasto destro del mouse su Tony2 e selezionare “Properties” (Proprietà), nella scheda “Security” (Protezione) fare clic su “Edit…” (Modifica…).

  3. Rimuovere tutte le autorizzazioni facendo clic su “Remove” (Rimuovi). Aggiungere il nuovo utente “Tony” facendo clic su “Add” (Aggiungi) e permettergli di modificare questa cartella come mostrato nella schermata che segue. Poi fare clic due volte su “OK”.

  4. Ecco! Adesso solo Tony può accedere alla cartella secondaria “Tony2”. Notare che sia “admin” sia “Tony” possono eliminare la cartella “Tony2” perché l’opzione “Only the owner can delete the contents” (Solo il proprietario può eliminare i contenuti) è stata abilitata sul NAS e “Tony” è il proprietario che ha creato la cartella.
Data di rilascio: 2013-06-25
È stato utile?
Grazie per il feedback.
Grazie per il feedback. Per eventuali domande, contattare support@qnap.com
38% delle persone lo ritengono utile.