QNAP Systems, Inc. - Network Attached Storage (NAS)

Language

Support

Il NAS QNAP Nota sull'applicazione Cloud Backup Sync

Backup, archiviazione e sincronizzazione dei dati da un NAS QNAP a diversi spazi di archiviazione su cloud

 

Introduzione

Panoramica

QNAP offre una soluzione cloud backup sync sicura, facile da usare e ricca di funzioni in grado di proteggere i dati archiviandone una copia nello spazio di archiviazione cloud, consente di archiviare i dati più vecchi nello spazio di archiviazione cloud per una conservazione a lungo termine e di sincronizzare i dati tra il NAS locale e diversi servizi cloud. Viene offerta una serie di servizi di archiviazione su cloud pubblici per aziende, tra cui Microsoft Azure, Amazon S3, Amazon Glacier, Google Cloud Storage, Rackspace, IBM SoftLayer e altri. È anche possibile utilizzare soluzioni di archiviazione su cloud privati compatibili con S3, OpenStack Swift e WebDAV. È inoltre possibile sincronizzare i dati in Amazon Drive, OneDrive, Google Drive, Dropbox, Box e Yandex.disk.

Per il controllo di protezione e delle prestazioni, la scelta migliore è un archivio di rete locale. Ma per i dati ai quali non si accede frequentemente (cold), l'offload a uno spazio di archiviazione cloud pubblico può ridurre notevolmente la gestione dell'archiviazione e ridurre al minimo i costi dati i modelli tariffari di pagamento in base ai consumi.

L'App QNAP Cloud Backup Sync è un'app di plug-in per l'App Hybrid Backup Sync che consente di utilizzare ogni spazio di archiviazione cloud tramite una sola interfaccia. Fornisce eccellenti soluzioni gateway di spazio di archiviazione su cloud per utilizzare lo spazio di archiviazione su cloud. È disponibile un piano di ripristino semplice ed economico oltre a una soluzione di archiviazione dati per la protezione o la conformità delle risorse digitali.

Funzionalità in evidenza

  • Supporta backup manuale e pianificato, il ripristino o la sincronizzazione con opzioni flessibili
  • Supporta la sincrionizzazione a una via (upload/download) e a due vie
  • Supporta il mirroring, la copia dei dati e le modalità di spostamento per la sincronizzazione a una via
  • Supporta la sincronizzazione incrementale e il backup completi
  • Supporta il filtro flessibile di file per tipo, data e dimensione
  • Supporta la crittografia di trasferimento SSL e AES-256 lato client
  • Supporta la compressione di file per trasferimento dati economico ed efficiente
  • Supporta la conservazione dei file eliminati nel cloud e i periodi di mantenimento configurabili per il backup
  • Supporta la conservazione degli ACL avanzati e gli attributi estesi per il backup
  • Supporta il rilevamento dei file di tipo sparse per il backup
  • Supporta la modalità di archiviazione cloud per il backup
  • Supporta l'esecuzione di processi contemporanei e trasferimento rapido dei dati multithread
  • Supporta la limitazione di larghezza di banda per account con durate configurabili
  • Supporta il ripristino diretto dal cloud per scenari di ripristino di emergenza
  • Supporta opzioni di ripristino da errore di rete configurabili
  • Supporta la gestione di più account cloud
  • Supporta lo stato processo e le statistiche
  • Supporta log di attività di processo per tracciatura cronologica di stato e statistiche
  • Supporta la selezione flessibile di regione, bucket e cartella come destinazioni di backup
  • Supporta il backup di file di grandi dimensioni tramite l'upload multiparte S3 e i grandi oggetti OpenStack
  • Supporta la crittografia AWS S3 lato server e la ridondanza ridotta
  • Supporta regioni cloud speciali: AWS China, AWS GovCloud e Azure China
  • Supporta l'uso di servizi compatibili con S3 e OpenStack come destinazione di backup
  • Supporta il backup a spazi di archiviazione cloud popolari: Amazon S3, Amazon Glacier, Google Cloud Storage, Microsoft Azure, OpenStack Swift e WebDAV
  • Supporta la sincronizzazione allo spazio di archiviazione cloud: Amazon Drive, Dropbox, Google Drive, OneDrive, Box e Yandex.disk

Come iniziare

Per avviare il backup dei dati nello spazio di archiviazione cloud, procedere come segue:

  1. installare l'app Cloud Backup Sync per lo spazio di archiviazione su cloud dal Centro App QTS
  2. andare al menu principale QTS e aprire l'app Hybrid Backup Sync
  3. creare processi di backup nell'app Hybrid Backup Sync utilizzando le credenziali dello spazio di archiviazione cloud
  4. creare processi di ripristino nell'App Hybrid Backup Sync dai processi di backup o dal cloud
  5. creare processi di sincronizzazione nell'App Hybrid Backup Sync con sincronizzazione a una via o a due vie
  6. visualizzare l'elenco dei processi nell'App Hybrid Backup Sync per conoscere lo stato del processo

Per installare l'app Cloud Backup Sync sul NAS, accedere a QTS come amministratore. Accedere quindi a "Centro app", trovare l'App Cloud Backup Sync e fare clic su "Aggiungere a QTS". Dopo aver scaricato e installato l'App, è possibile utilizzare tutti i servizi cloud nell'App Hybrid Backup Sync.

Spazio di archiviazione cloud

Lo spazio di archiviazione cloud è fornito in diverse tecnologie e implementato in diversi modi. Esistono fondamentalmente tre tipi: l'archivio file, l'archivio oggetti e l'archiviazione.

L'archivio file è simile al normale file system del computer, in modo tale da poter gestire i dati nello spazio di archiviazione cloud in modo analogo. I servizi di archiviazione su cloud basati su file tendono a offrire non solo funzioni di archiviazione dati, ma anche applicazioni come la modifica online e collaborazione. La maggior parte di questi è commercializzata come unità, come Google Drive, Amazon Drive o Microsoft One Drive e tende a supportare solo API proprietarie. WebDAV è il protocollo più noto supportato da spazi di archiviazione cloud basati su file.

L'archivio oggetti è stato studiato per una notevole scalabilità e un'alta disponibilità. Ogni oggetto è indipendente da altri oggetti e non esiste una struttura di cartella ad albero. Si può pensare agli oggetti come a un enorme numero di file in una singola cartella senza sottocartelle. Ogni oggetto viene identificato usando una chiave (una stringa di testo come identificatore unico); gli utenti tendono a usare chiavi simili a percorsi per la gestione degli oggetti. Ad esempio, si potrebbero avere due oggetti “/abc/object1” e “/abc/object2”, in modo tale che le applicazioni di archiviazione oggetti nel client presentino due oggetti, “object1” e “object 2” come due file in una cartella, “/abc/”. In effetti, nell'archivio oggetti non esiste nulla con nome "/abc/".

L'archiviazione è un servizio cloud in ascesa. È simile all'archiviazione oggetti, ma è studiata per archiviare dati (cold) a cui si accede di rado e per offrire costi inferiori, con conseguente ritardo nel recupero degli oggetti archiviati, oltre ad altre limitazioni.
Per superare le diversità nelle tecnologie dello spazio di archiviazione cloud e fornire esperienze utente coerenti, l'app Cloud Backup Sync trasforma i file e le cartelle in varie tecnologie di spazio di archiviazione cloud e gestisce i dati nello spazio di archiviazione cloud in modo tale che assuma la maggior parte di funzioni delle tecnologie dello spazio di archiviazione cloud.

L'app Cloud Backup Sync consente di configurare più account e spazi di archiviazione, ciascuno dei quali rappresenta il servizio di archiviazione cloud e le credenziali necessarie per accedere allo spazio di archiviazione cloud. Quando si crea un processo di backup e di ripristino, è possibile specificare lo spazio di archiviazione da utilizzare per il processo, anziché inserire le informazioni dell'account per ogni processo. È possibile modificare le informazioni relative all'account e allo spazio di archiviazione in un unico posto per renderlle efficaci per tutti i processi correlati. In questo modo si semplifica il processo di configurazione.

Per ulteriori informazioni sulle caratteristiche di ogni servizio di archiviazione cloud e su come creare un account e uno spazio di archiviazione, leggere le informazioni riportate qui di seguito:

In molti casi, è necessario un solo account per ogni processo, ma per una maggiore protezione e per separare gli account, è possibile utilizzare account multipli. Se si desidera archiviare i propri dati in posizioni differenti per ridurre i rischi o i costi, è possibile impostare un account per ogni posizione. Poiché il controllo del limite di velocità si basa sull'account, è possibile avere diverse impostazioni dei limiti di velocità per lo stesso spazio di archiviazione cloud applicando diversi account per i processi.

Cloud Backup Sync consente inoltre di creare un processo di sincronizzazione allo spazio di archiviazione cloud. Supporta OneDrive, Dropbox, Amazon  Drive, Google Drive, Box e Yandex.disk.

Poiché le tecnologie di archiviazione cloud si evolvono rapidamente, le informazioni qui descritte sono solo a titolo di riferimento e potrebbero risultare superate. Per informazioni dettagliate, consultare il fornitore dell'archivio cloud.

Backup

Il backup dei dati viene eseguito dai processi di backup nell'App Cloud Backup Sync. Una volta avviato, il processo di backup analizzerà le cartelle specifiche con criteri di filtro configurabili dall'utente per definire quali file e cartelle devono essere sottoposte a back up. Avvierà quindi il caricamento dei file nello spazio di archivio cloud e se necessario, creerà delle cartelle. Archivierà inoltre le informazioni (comprese le autorizzazioni di accesso, l'ora della modifica e gli attributi estesi) associate a file e cartelle sottoposte a backup in un database di metadati. Una volta caricati tutti i file, l'App comprimerà il database di metadati in un file e lo caricherà nel cloud.

Visualizzazione dei processi cloud

Nell'app Cloud Backup Sync è possibile creare diversi processi di backup con diverse configurazioni e impostazioni delle tempistiche di esecuzione. Questi processi di backup vengono presentati in un elenco con informazioni di base e sullo stato nella pagina "Tutte le attività" che contiene processi, locali, remoti e cloud. È possibile premere i pulsanti di azione per avviare o interrompere manualmente i processi, fare clic sull'icona modifica per modificare le impostazioni dei processi, fare clic sul nome del processo per visualizzare lo stato del processo e selezionare un processo per cancellarlo.

Creare un processo di backup

L'app Cloud Backup Sync aiuta a creare un processo di backup sul cloud in questo modo:

  1. selezionare un tipo di processo che si vuole configurare nella pagina Panoramica fare clic sull'icona "Backup" per creare un processo di backup sul cloud
  2. selezionare "Backup cloud" per effettuare il backup dei file nello spazio di archivio cloud
  3. inserire il nome del processo, selezionare il percorso di origine e la destinazione backup, quindi fare clic su "Applica" per creare un processo di backup. In caso contrario è inoltre possibile impostare la programmazione dei processi e altre impostazioni avanzate. Qui di seguito sono descritti i dettagli di ogni impostazione.
  • Nome operazione
    L'app attribuirà automaticamente un nome al processo. È anche possibile rinominarlo.
  • Seleziona posizione origine
    È anche possibile sfogliare le cartelle condivise e scegliere le sottocartelle per il backup. Se si desidera eseguire solo il backup dei file di primo livello in una cartella, spuntare "Tutti i file nella cartella". I file e le cartelle nascosti sono visualizzati qui, ma è possibile escluderli utilizzando le opzioni di filtro. Dopo aver selezionato le cartelle, l'app calcolerà le informazioni della cartella come la dimensione totale della cartella e le cartelle totali come riferimento di backup.
  • Programmazione
    La pianificazione del processo di backup offre quattro opzioni: (1) avvio manuale (2) periodico (3) esegui una volta (4) alla fine di questo processo. Fare clic sull'“icona programmata” o andare a “Impostazioni avanzate > Programmazione” per impostare la configurazione.

    Nell'opzione Periodicamente, è possibile scegliere di eseguire il processo da una fino a otto volte all'ora, al giorno, alla settimana o al mese, specificando l'ora di avvio nella giornata. Se un processo non è concluso ed è iniziata l'esecuzione pianificata successiva, il processo attualmente in esecuzione proseguirà mentre l'esecuzione pianificata sarà annullata.

    Poiché l'esecuzione contemporanea di più processi può consumare una quantità eccessiva di risorse di sistema, utilizzare l'opzione "al termine di questo processo" per eseguire i processi in sequenza anziché simultaneamente.
  • Seleziona destinazione di backup
    Fare clic su “Aggiungi spazio di archiviazione cloud” per creare un nuovo spazio di archiviazione cloud o selezionarne uno esistente.

    Dopo aver selezionato uno spazio di archiviazione, è possibile inserire un nuovo nome di cartella o selezionare una cartella esistente da sottoporre a backup. Per evitare di sovrascrivere i dati di backup, l'app consente solo l'utilizzo di cartelle vuote.
  • Backup ora
    Spuntare questa impostazione per eseguire questo processo di backup subito dopo averlo creato.
  • Impostazioni avanzate > Criterio
    È possibile configurare i seguenti criteri di backup:
    (1) Backup solo dei file aggiornati: quando attivato, il processo di backup carica solo i file nuovi e quelli modificati nello spazio di archiviazione cloud. Riduce la dimensione di trasferimento dei dati e contribuisce ad accelerare il processo di backup. Per forzare il caricamento di tutti i file nello spazio di archiviazione cloud, disabilitare questa opzione. Se si sceglie di utilizzare uno spazio di archiviazione cloud meno affidabile per risparmiare sui costi, è possibile disabilitare questa opzione per aggiornare tutti i dati di backup ad ogni esecuzione del processo di backup. Nota: se si rinomina un file o cartella, il processo di backup li considererà come nuovi e caricherà nuovamente i dati. I file o cartelle sottoposti precedentemente a backup vengono marcati come eliminati. Poiché molti spazi di archiviazione cloud offrono il trasferimento gratuito dei dati per il caricamento e la cancellazione dati eliminati in un secondo tempo, le azioni indicate sopra non hanno grande impatto ma allungano i tempi del backup.
    (2) Pulizia dei dati eliminati sul cloud: quando abilitata, se i dati sul NAS vengono eliminati, anche i dati di backup corrispondenti nello spazio di archiviazione cloud saranno eliminati durante l'esecuzione del processo di backup. Per conservare i dati di backup al termine dell'eliminazione dei dati locali, specificare il numero di giorni di conservazione dei file.
    (3) Conserva ACL e attributi estesi: quando abilitata, l'ACL (compreso il controllo avanzato dell'accesso impostato dai client Windows) e gli attributi estesi dei dati saranno archiviati in un database metadati che sarà caricato nello spazio di archiviazione cloud tramite il processo di backup. Quando si ripristinano i dati, l'ACL corrispondente e gli attributi estesi saranno applicati ai dati ripristinati. Tuttavia, poiché le autorizzazioni di accesso ai dati sono mantenute usando l'ID utente e l'ID gruppo (non i nomi), per il corretto funzionamento del controllo dei diritti di accesso dei dati ripristinati, accertarsi che i dati sottoposti a backup utilizzino lo stesso ID utente e ID gruppo del NAS.
    (4) Elimina origine dopo il corretto trasferimento: questa opzione fornisce una semplice soluzione di archiviazione dati per risparmiare spazio sui volumi disco locali. Quando questa opzione è attiva, i file sul file system locale sottoposti a back up nello spazio di archiviazione cloud saranno eliminati, mentre le strutture delle cartelle dell'origine selezionata saranno mantenute.
    (5) Crittografia lato client: quando abilitata, i file saranno crittografati prima del trasferimento nello spazio di archiviazione cloud e i dati rimarranno crittografati nello spazio di archiviazione cloud. La chiave di crittografia deriva dalla password inserita per il processo. Senza questa password, i dati originali non possono essere decifrati. In questo modo si evita l'accesso non autorizzato ai dati riservati anche quando le credenziali dello spazio di archiviazione cloud sono danneggiate o se il provider dello spazio di archiviazione cloud tenta di accedere ai dati. Dato che openssl standard viene utilizzato per la crittografia dei file, è possibile utilizzarlo per decifrare i file dopo il download utilizzando altre utility senza usare un NAS. Nota: questa impostazione non può essere modificata dopo la creazione di un processo.
    (6) Compressione file: quando abilitata, consente di comprimere i file prima del trasferimento nello spazio di archiviazione cloud, risparmiando larghezza di banda e capacità nello spazio di archiviazione cloud. Consente di accelerare i processi di backup, riducendo l'utilizzo di larghezza di banda e di spazio cloud utilizzabile. Il livello di compressione e l'esclusione di determinati file sono configurabili. La compressione viene eseguita tramite bzip, la decompressione deve essere effettuata con bzip se si scaricano i file con altre utility, anche senza un NAS.
    (7) Rileva file sparse: i file sparse sono file che non hanno dati validi in tutto il loro contenuto e la loro dimensione logica è maggiore rispetto a quella fisica. I file generati da server di database tendono ad essere file sparse per risparmiare spazio e semplificarne la progettazione interna del software. Se questa opzione è abilitata, il processo di backup non verificherà la validità dei contenuti dei file, quindi la dimensione logica sarà della dimensione dei dati da trasferire e archiviata nello spazio di archiviazione cloud. Questa opzione consente di accelerare i processi di backup, ridurre l'utilizzo di larghezza di banda e risparmiare lo spazio di archivazione cloud utilizzabile. I dati nello spazio di archiviazione cloud possono essere ripristinati in seguito nel file system locale come file sparse originali dai processi di ripristino dell'App Cloud Backup Sync.

    Per garantire la coerenza dei dati di backup, non modificare i dati durante il backup. Un file viene ricaricato più volte se viene modificato quando un processo trasferisce il file. Se il numero di ricaricamenti supera il limite, il file non sarà caricato. Allo stesso modo, se un file viene spostato, rinominato o eliminato dopo l'analisi, il processo di backup non lo troverà durante il trasferimento.
  • Impostazioni avanzate > Filtro
    L'App Cloud Backup Sync offre diverse opzioni di filtro per consentire solo il backup di dati importanti per accelerare il processo di backup, ridurre l'utilizzo di larghezza di banda e risparmiare sui costi del cloud.

    È possibile configurare i seguenti filtri di backup:
    (1) Dimensione file: effettua il back up solo di un intervallo specifico di dimensioni file.
    (2) Data file: effettua il backup solo dei file creati/modificati in date specifiche.
    (3) Ignora collegamenti simbolici (scelta rapida): un processo di backup non segue link simbolici per recuperare i file o sfogliarli nelle cartelle di destinazione. Quando attivato, il processo di backup non caricherà i file collegati, e quando disabilitato, il processo di backup caricherà i file collegati, (solo i file collegati, non i file ai quali puntano i collegamenti simbolici).
    (4) Includi file e cartelle nascosti: quando abilitato, il backup dei file e delle cartelle sarà effettuato sul cloud. È possibile disabilitarlo per risparmiare larghezza di banda e spazio di archiviazione cloud, se i file o le cartelle nascosti possono essere derivati dai dati originali (es.: le miniature sono derivate da foto e file video).
    (5) Tipo di file: è possibile scegliere di effettuare il back up solo di tipi di file specifici (whitelist) o il backup di tutti i tipi di file a esclusione di tipi specifici (blacklist).
  • Impostazioni avanzate > Opzioni
    È possibile configurare le seguenti opzioni:
    (1) Timeout (secondi): Timeout: il numero massimo di secondi di attesa per impostare una connessione di rete. Se la rete è instabile o il tempo di connessione impostato nell'archivio cloud è superiore, aumentare questo valore.
    (2) Numero di tentativi: il numero massimo di tentativi eseguiti da un processo per impostare una connessione di rete o elaborare un file. Se la rete è instabile o i file devono essere modificati durante il backup, aumentare questo valore. Se il servizio di archiviazione cloud riesce a connettersi ma riporta errori interni, il processo di backup esegue un numero infinito di tentativi per recuperare questo caso.
    (3) Intervallo tra tentativi: il numero di secondi di attesa prima di un nuovo tentativo di connessione. Un intervallo più lungo tra i tentativi può aiutare a superare errori di connessione di rete transitori o problemi di disponibilità dello spazio di archiviazione cloud.
    (4) Numero massimo di file ignorati: il numero massimo di file che non possono essere trasferiti. Se il numero viene superato, il processo si interrompe. Si consiglia di utilizzare un numero grande per garantire il successo del processo. Se invece non si desidera prolungare un processo in errore, ridurre questo valore.
    (5) File in elaborazione contemporanea: il numero massimo di file che possono essere elaborati contemporaneamente e trasferiti da un processo. È possibile ottenere migliori velocità di trasferimento quando si consente l'elaborazione di più file contemporaneamente. In questo modo però si consumano più risorse di sistema. Riducendo questo numero è possibile ridurre il carico del sistema e ridurre l'impatto delle prestazioni sulle normali attività del sistema.

Modificare un processo di backup

È possibile modificare le impostazioni di un processo di backup facendo clic sull'icona "Modifica" nell'elenco dei processi cloud.

Le modifiche vengono applicate solo al termine della nuova esecuzione del processo. Prestare attenzione a quanto segue:

  1. modifica della destinazione di backup: se si modifica la destinazione di backup, ad esempio usando un altro spazio di archiviazione cloud o usando un'altra cartella, deve essere effettuato di nuovo il backup di tutti i dati.
  2. Modificare il nome del processo: se si modifica il nome del processo, non sarà più possibile vedere i log eventi precedenti nel visualizzatore log dei processi dato che i log sono registrati usando il nome del processo come parola chiave.
  3. Modifica dell'origine o del filtro: se si hanno file sottoposti a backup nello spazio di archiviazione cloud e si escludono in un secondo tempo modificando le origini selezionate o i criteri filtro, questi file saranno marcati come eliminati nello spazio di archiviazione cloud, anche se la loro copia locale è sempre disponibile.
  4. Modifica dei criteri o delle opzioni dello spazio di archiviazione: la maggior parte delle opzioni non può essere applicata ai file sottoposti a backup nello spazio di archiviazione cloud. Ad esempio, se si modifica il livello di compressione da basso ad alto, i file sottoposti a backup con un livello di compressione basso restano invariati. Verranno sostituiti da file con livello di compressione più alto solo se le loro copie locali vengono nuovamente caricate nel cloud. Per forzare il rinnovo dei file sottoposti a backup nello spazio di archiviazione cloud, eseguire un backup completo disabilitando l'opzione "Backup solo dei file aggiornati".

Visualizzare lo stato dei processi di backup

È possibile esaminare lo stato dettagliato e i log di un processo di backup facendo clic nel nome processo nell'elenco dei processi sul cloud.

  1. Stato: per visualizzare lo stato del processo e le statistiche complete di un processo qui. Nella lettura delle statistiche, prestare attenzione a quanto segue:
    (1) prima dell'esecuzione della scansione, molte statistiche non saranno disponibili.
    (2) La differenza di numero tra i file analizzati e quelli da trasferire è causata dai filtri e dal backup incrementale. Ad esempio, nelle cartelle selezionate possono essere presenti 500 file, ma solo 5 sono modificati e necessitano di backup.
    (3) La differenza nel numero di file da trasferire e trasferiti è causata dal mancato caricamento dei file nell'archivio cloud, oppure dalle modifiche in corso su alcuni file durante il trasferimento dei dati e vengono ignorati. Un altro motivo può essere l'inaccessibilità dello spazio di archiviazione cloud durante il backup dei file.
    (4) Si possono avere differenze di dimensione dei file anche quando il numero dei file è lo stesso. La causa può risiedere nella modifica di file dopo l'analisi o nella compressione dei file prima del caricamento nell'archivio cloud.
    (5) Se il conteggio degli errori supera il numero massimo di file ignorati, il processo si interrompe.
  2. Eventi: consente di visualizzare la cronologia degli eventi di un processo qui. Comprende anche gli errori verificatisi durante l'esecuzione del processo.
  3. Trasferisci: è possibile vedere l'elenco dei file in corso di trasferimento.
  4. Cronologia: è possibile visualizzare la cronologia dei processi eseguiti.

Eliminare un processo di backup

È possibile eliminare un processo di backup facendo clic su "Elimina" nell'elenco dei processi di backup sul cloud. I dati sottoposti a backup nello spazio di archiviazione cloud vengono comunque conservati anche se si elimina il processo di backup. È possibile utilizzare la console di gestione dello spazio di archiviazione cloud o altre utility per eliminare i dati di backup.

Ripristino

L'App Cloud Backup Sync consente di creare un processo di ripristino per ripristinare i dati da un processo di ripristino o da un'ubicazione specifica nello spazio di archiviazione cloud. Durante il ripristino da un processo di backup, il processo di ripristino utilizzerà il database metadati associato al processo di backup per recuperare i dati dal cloud. Il database metadati fornisce le informazioni sulla posizione in cui scaricare file, nomi e attributi per i dati sottoposti a backup. Durante il ripristino dal cloud, un processo di ripristino deve recuperare il database metadati prima dallo spazio di archiviazione cloud, quindi seguire le informazioni nel database metadati per scaricare i file.

Creare un processo di ripristino

L'app Cloud Backup Sync aiuta a creare un processo di ripristino sul cloud in questo modo:

  1. fare clic sull'icona "Ripristina" nella pagina descrittiva per creare un processo di ripristino cloud
  2. fare clic sull'icona “Cloud” quindi selezionare il sorgente
    È possibile creare un processo per ripristinare i dati in base a uno dei processi di backup nello stesso NAS o dallo spazio di archiviazione cloud.
  • Dai processi di backup
    Se si sceglie di effettuare il ripristino da un processo di backup, selezionare il processo di backup. Questa azione è utilizzata per il ripristino dei dati eliminati e delle versioni precedenti o per il ripristino dei dati archiviati. Il ripristino avviene correttamente solo se il processo di backup è stato correttamente concluso. Nel passaggio successivo scegliere quali cartelle ripristinare, perché il processo di ripristino può utilizzare solo i metadati archiviati localmente per presentare i contenuti dei dati di backup. Se si abilita "Ignora file/cartelle eliminati", i dati di backup contrassegnati come eliminati non saranno ripristinati.
  • Dalla destinazione
    Se si vogliono ripristinare i dati sottoposti a backup da un altro NAS QNAP, selezionarli per ripristinarli dal cloud. Questa azione si utilizza nel ripristino di emergenza o per migrare i dati su un altro NAS QNAP. Se non ci sono metadati a livello locale sul NAS, non sarà possibile selezionare le cartelle da ripristinare e verranno ripristinati tutti i dati di backup. Selezionare "solo metadati" quando si crea un processo di ripristino per ripristinare i metadati e una volta eseguito il processo è possibile modificare e selezionare le cartelle da ripristinare. La procedura di ripristino in due fasi aiuta a dare priorità ai dati da ripristinare. Se si abilita "Ignora file/cartelle eliminati", i dati di backup contrassegnati come eliminati non saranno ripristinati.

Quando si ripristina da cloud, tenere presente quanto segue:

  • Le autorizzazioni di accesso ai dati vengono mantenute da ID utente e ID gruppo, non i nomi, è necessario quindi mappare gli ID e i nomi per accedere correttamente ai controlli del diritto di accesso.
  • L'App scarica solo i file che sono stati sottoposti a backup nello spazio di archiviazione su cloud tramite l'App Cloud Backup Sync. Un database metadati viene caricato nello spazio di archiviazione cloud per ogni processo di backup e un processo di ripristino utilizza il database per riconoscere i file sottoposti a backup nello spazio di archiviazione cloud anziché scaricare tutti i file nello spazio di archiviazione cloud. Quindi se si utilizzano altre utility per archiviare i dati nella destinazione del processo di backup, non sarà possibile recuperare i dati dai processi di ripristino.
  • L'App Cloud Backup Sync al momento non supporta il ripristino di singoli file. Tuttavia, poiché i dati di backup nello spazio di archiviazione cloud sono organizzati in base alla sua struttura cartelle locale e i nomi percorso, è possibile utilizzare altre utility per sfogliare i dati di backup per scaricare i file necessari. Al termine del download dei file, si dovranno tuttavia decomprimere e decrittare manualmente i dati.

Se si utilizza Glacier come spazio di archiviazione cloud, ricordare quanto segue per il ripristino da cloud:

  • Poiché è necessario prima scaricare il database metadati e quindi i file sottoposti a backup e siccome il download di un file da Glacier richiede 4-5 ore, sarà necessario attendere 8-10 ore prima di ottenere alcuni file ripristinati.
  • Poiché Amazon aggiorna l'inventario vault circa una volta al giorno, al termine del processo di backup occorre attendere almeno un giorno per ripristinare correttamente i dati da cloud.
  • Amazon offre quote di ripristino gratuite al mese. Per controllare i costi, utilizzare i controlli di velocità di trasferimento o ripristinare solo le cartelle selezionate.
  • Glacier è un archivio cloud speciale, si consiglia un'attenta lettura della pagina delle FAQ di Glacier: http://aws.amazon.com/glacier/faqs/.
  1. Per ripristinare i dati da un processo di backup, selezionare "Processi di backup" come sorgente e spuntare un processo di backup.


    Fare clic su "Avanti" e impostare un processo di ripristino. Inserire un nome di processo, selezionare una cartella sorgente, una destinazione e altre impostazioni avanzate per creare un processo di ripristino.

  • Selezionare l'origine da ripristinare
    Selezionare le cartelle da ripristinare. Se non si vogliono ripristinare le cartelle/i file cancellati nello spazio di archiviazione cloud, spuntare "Ignora file/cartelle cancellati".
  • Selezionare la destinazione
    Decidere se ripristinare i dati nelle posizioni originali o in un'altra cartella. Nota: il ripristino dei dati nella posizione originale è possibile solo se i dati vengono ripristinati nello stesso NAS e se tutte le cartelle radice condivise esistono ancora.
     
  • Criterio in conflitto
    Per il ripristino, selezionare in quale modo il processo deve gestire i dati esistenti. È possibile ignorare i file da ripristinare, rinominare o sovrascrivere i file esistenti.
  • Impostazioni avanzate
    Configurare la pianificazione e le varie opzioni di ripristino qui per il processo di ripristino. Molte opzioni sono uguali a quelle di backup, come la gestione degli errori.
  1. Per ripristinare i dati da uno spazio di archiviazione cloud, selezionare "Destinazione" come origine e quindi creare un nuovo spazio di archiviazione facendo clic su "Aggiungi spazio di archiviazione su cloud" o selezionarne uno esistente per ripristinare i dati.


    Fare clic su "Avanti" e impostare un processo di ripristino. Inserire un nome di processo, selezionare la cartella sorgente, la destinazione e altre impostazioni avanzate per creare un processo di ripristino.

  • Selezionare l'origine da ripristinare
    Selezionare una cartella cloud come risorsa per il ripristino e decidere il tipo di contenuto da ripristinare. Il tipo di contenuto contiene "Metadati + Dati" e "Solo metadati". Selezionando dati e metadati verranno ripristinati tutti i file sottoposti a backup. Ripristinando prima i metadati, si avrà la possibilità di scegliere quali cartelle ripristinare più avanti.


    Selezionare quali cartelle ripristinare se i metadati sono disponibili a livello locale. È possibile modificare il processo di ripristino e impostare il tipo di contenuto come "Solo dati" - quindi l'app elencherà le cartelle.

Modificare un processo di ripristino

Modificare le impostazioni di un processo di ripristino facendo clic sull'icona "Modifica" nell'elenco "Tutte le attività > Processi cloud". Le modifiche vengono applicate solo al termine della nuova esecuzione del processo.

Scegliere di ripristinare i dati solo per un processo di backup che ha terminato il ripristino del database metadati e scegliere in quali cartelle ripristinare i dati di backup. Se i dati di backup nel cloud sono cambiati, è necessario ripristinare di nuovo i metadati per ottenere dati aggiornati.

Visualizzare lo stato dei processi di ripristino

Esaminare lo stato dettagliato e i log di un processo di ripristino facendo clic sul nome del processo di ripristino nell'elenco "Tutte le attività > Processi cloud". Analogamente ai processi di ripristino, è possibile vedere lo stato di un processo di ripristino, gli eventi, i file trasferiti e la cronologia.

Eliminare un processo di ripristino

Eliminare un processo di ripristino facendo clic su "Elimina" nell'elenco "Tutte le attività > Processi cloud". Eliminando un processo di ripristino non si modificano i dati di backup/ripristino.

Sincronizzazione

Creare un processo di sincronizzazione

Lìapp Cloud Backup Sync consente di creare un processo di sincronizzazione per sincronizzare i dati tra il NAS locale e diversi spazi di archiviazione cloud come Google Drive, Dropbox, Amazon Drive, OneDrive, Yandex.disk e Box. Fornisce inoltre sincronizzazione a una via (upload e download) e a due vie.

L'app Cloud Backup Sync aiuta a creare un processo di sincronizzazione sul cloud in questo modo:

  1. fare clic sull'icona "Sincronizza" nella pagina descrittiva per creare un processo di sincronizzazione cloud
  2. Selezionare sincronizzazione a una via o a due vie, quindi fare clic su "Sincronizza con il cloud". Se si seleziona la sincronizzazione a una via è anche possibile scegliere l'upload o il download.
  3. Selezionare un account cloud esistente o fare clic sull'icona del servizio cloud per creare un nuovo account per creare il processo di sincronizzazione.

Usando Dropbox come esempio, l'App Cloud Backup Sync aprirà una nuova pagina per consentire l'autenticazione a Dropbox. Inserire le credenziali di accesso dell'account Dropbox, quindi fare clic su "Accedi".

Nota: La finestra di accesso è controllata da un vendor cloud. Servizi cloud diversi hanno schermate di accesso diverse.

Dopo aver inserito gli inserimenti richiesti e aver chiuso la finestra di dialogo saranno verificate le informazioni dell'account. Il test comprende (ma non si limita) le seguenti voci:

  • Convalida dell'URL del server
  • Convalida delle credenziali dell'account
  • La convalida dell'account ha diritti di accesso sufficienti per svolgere le azioni richieste dai processi di sincronizzazione.

Se l'autenticazione ha esito positivo, l'account figurerà nell'elenco riportato sopra. È quindi possibile selezionare questo account e fare clic su "Avanti" per creare il processo.

  1. Selezionare un account cloud e fare clic su "Avanti" per creare un processo di sincronizzazione. Inserire un nome del processo, una cartella sorgente, una cartella di destinazione, impostare una pianificazione e altre impostazioni avanzate per terminare la creazione di un processo di sincronizzazione.
  • Programmazione
    Il processo di sincronizzazione fornisce cinque tipi di pianificazione quali avvio manuale, esecuzione continua e periodica al termine di questo processo. Ogni impostazione è la stessa con i processi di backup.
  • Impostazioni avanzate > Criterio
    Configurare i seguenti criteri di processo:
    (1) Crittografia lato client: andare prima a "Spazio di archiviazione > Profilo" quindi modificare l'account cloud per impostare la crittografia lato client. Leggere attentamente i messaggi prima di inserire la password di crittografia, spuntare "Accetto", quindi fare clic su "OK" per terminare questa impostazione. È in seguito possibile abilitare la crittografia lato client per un processo di sincronizzazione, il processo crittograferà i file prima di caricarli e li decifrerà dopo averli scaricati.

    (2) Compressione file: questa impostazione è la stessa con i processi di backup.
    (3) Azioni: l'app fornisce tre tipi di azione (mirror, copia, e sposamento) per consentire all'utente di scegliere come sincronizzare i dati nel cloud.
    Mirror significa che i dati a livello locale e sul cloud sono identici dopo la sincronizzazione e i file/cartelle aggiuntivi nella destinazione saranno eliminati.
    La copia trasferirà tutti i file dall'origine alla destinazione. Abilitare "Trasferisci solo i file aggiornati" in modo tale da ignorare i file non modificati. Questa impostazione fornisce inoltre il criterio di conflitto "Rinomina/Sostituisci/Ignora". Prima della sincronizzazione, se esistono file locali e sul cloud con lo stesso nome, Cloud Backup Sync seguirà il criterio di conflitto impostato per gestirli.
    Lo spostamento eliminerà i file alla fonte dopo la sincronizzazione. È inoltre possibile impostare il criterio di conflitto come rinomina/sostituisci/ignora. I processi continui non supportano questa azione.


    Se si crea un processo di sincronizzazione a due vie, è necessario selezionare solo il criterio di conflitto.

  • Impostazioni avanzate > Filtro
    L'App Cloud Backup Sync offre diverse opzioni di filtro per consentire solo la sincronizzazione di dati importanti per accelerare il processo di sincronizzazione, ridurre l'utilizzo di larghezza di banda e risparmiare sui costi del cloud.
  • Impostazioni avanzate > Opzioni
    Queste impostazioni sono uguali a quelle di processi di backup. Per "Numero massimo di file ignorati", se è stato creato un processo continuo e i file ignorati sono superiori a questo valore, il processo modificherà lo stato in "Avviso". Se è stato creato un processo pianificato, questo processo sarà interrotto quando i file ignorati superano questo numero.

Modificare un processo di sincronizzazione

Modificare le impostazioni di un processo di sincronizzazione facendo clic sull'icona "Modifica" nell'elenco "Tutte le attività > Processi cloud". Le modifiche vengono applicate solo al termine della nuova esecuzione del processo.

Visualizzare un processo di sincronizzazione

Esaminare lo stato dettagliato e i log di un processo di sincronizzazione facendo clic sul nome del processo di sincronizzazione nell'elenco "Tutte le attività > Processi cloud". Come per i processi di backup, è possibile visualizzare lo stato di un processo di sincronizzazione, gli eventi, i file trasferiti e la cronologia.

Eliminare un processo di sincronizzazione

Eliminare un processo di sincronizzazione facendo clic su "Elimina" nell'elenco "Tutte le attività > Processi cloud".

Varie

Controllo velocità di trasferimento

L'App Cloud Backup consente di configurare i limiti di velocità di trasferimento dei dati per ogni account. La velocità massima e minima sono configurabili separatamente. È possibile configurare anche l'intervallo di tempo e i giorni della settimana in cui applicare i limiti. Ad esempio, si può abilitare solo in orario d'ufficio durante i giorni lavorativi per evitare di saturare la larghezza di banda Internet e ridurre l'impatto sulle prestazioni di utilizzo normale di Internet. Aiuta anche a ridurre i costi dei servizi cloud se si ha una quota gratuita di accesso ai dati in un periodo di tempo.

Segnalazione errori

L'App Cloud Backup Sync genera internamente log di debug per facilitare la risoluzione dei problemi. Fare clic sul pulsante "Aiuto" nell'angolo in alto a destra nella finestra dell'App. Fare clic su "Scarica rapporto diagnostica" per scaricare il file log di debug per inviarlo all'Helpdesk QNAP con i dettagli relativi al problema.

Utility dello spazio di archiviazione cloud

Oltre a utilizzare l'App Cloud Backup per accedere ai dati nello spazio di archiviazione cloud, esistono diverse applicazioni che possono aiutare nella gestione dei dati. Riportiamo qui di seguito un elenco a titolo di riferimento:

  1. Cloudberry Lab (http://www.cloudberrylab.com/): S3, Glacier, Azure, Google Cloud e OpenStack browser per Windows.
  2. Cyberduck (https://cyberduck.io/): S3, Azure, Google Cloud, OpenStack, WebDAV browser per Windows e Mac
  3. Duplicati (http://www.duplicati.com/): Client di backup S3 e OpenStack in Windows e Linux
  4. NetDrive (http://www.netdrive.net/): Server WebDAV come unità disco su Windows.
  5. S3 Browser (http://s3browser.com/): Client S3 Windows
  6. S3cmd (http://s3tools.org/): Command Line Client Software per S3 in Linux
  7. Cloud Explorer (https://github.com/rusher81572/cloudExplorer): Un browser S3 per Windows, Mac e Linux
  8. s3fs (https://code.google.com/p/s3fs/): Un system file FUSE con backup effettuato da S3. Montare un bucket come file system locale di lettura/scrittura.
Data di rilascio: 2016-01-30
È stato utile?
Grazie per il feedback.
Grazie per il feedback. Per eventuali domande, contattare support@qnap.com
75% delle persone lo ritengono utile.